L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

La forma della 67P sarebbe molto recente

la cometa 67P-Chury
La cometa 67P ha la forma attuale da molto poco tempo, non più di un miliardo di anni, secondo una simulazione dell'Università di Berna
Ad oggi si ritiene che l'origine della cometa risalga a 4.5 miliardi di anni fa e che proprio a quell'epoca una collisione "gentile" tra due corpi minori abbia dato vita alla forma a "papera" della cometa stessa. Una nuova ricerca a cura di Martin Jutzi e Willy Benz e colleghi giunge, oggi, a una conclusione totalmente differente.
I lavori pubblicati su Astronomy & Astrophysics sostengono che non sia molto probabile la sopravvivenza di un corpo come questo per un tempo così lungo, senza riportare danni. 
Il Sistema Solare nascente, dopo una fase di iniziale calma, ha subito un periodo di violente collisioni tra corpi anche molto grandi. In un primo studio, gli scienziati hanno calcolato quanta energia sarebbe servita a distruggere una struttura come Chury durante una collisione, scoprendo che il punto di rottura di Chury è in realtà molto debole. La connessione tra le due parti, il famoso "collo", è fragile e può essere distrutta molto facilmente anche a bassa energia. 
Lo studio mostra che la cometa, nel tempo, ha sperimentato diverse collisioni con energia sufficiente a distruggere la forma a due lobi. La forma, quindi, non sarebbe primordiale ma si sarebbe sviluppata attraverso miliardi di anni: la forma attuale è il risultato degli ultimi impatti maggiori, verificatisi probabilmente nell'ultimo miliardo di anni
L'unica alternativa proposta riguarda un Sistema Solare primordiale diverso da quanto pensato fino a oggi, con pochi piccoli oggetti: in tal caso il numero di collisioni sarebbe molto inferiore e la probabilità per Chury di essere colpita sarebbero state minori. 
Un secondo articolo, a firma degli stessi autori, scende nei dettagli della formazione di Chury nella sua attuale forma: i modelli sono stati basati sulla presenza di piccoli oggetti dal diametro compreso tra 200 e 400 metri in collisione con un corpo rotante di circa 5 chilometri di diametro e con la forma di un pallone da rugby (animazione). La velocità di impatto verificata si attesta tra 200 e 300 metri al secondo. L'energia coinvolta è ancora al di sotto, in tali circostanze, rispetto all'energia necessaria a polverizzare una gran parte del corpo originario e come risultato il corpo celeste si spezza e si rifonde, successivamente, in una struttura a due lobi proprio come quella di Chury
I piccoli impatti non scaldano o comprimono la cometa a livello globale, che quindi continua a essere composta di materiale primordiale. 
 
 
La fonte è Phys.org

Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
24/01/2017 - L'acqua della 67P analizzata, non solo da Rosetta - Non c'era soltanto Rosetta a studiare la cometa 67P: anche un microsatellite di 65 chili come PROCYON può essere fondamentale per l'analisi della prod...
22/02/2017 - Dune sulla cometa 67P - Grani di polvere e vento: questo serve a creare delle dune. La cometa sembra una zona impossibile per la formazione di queste strutture eppure la 67P ...
30/12/2016 - Una cometa (promettente) e un ibrido per NEOWISE - Tra novembre e dicembre, NEOWISE scopre una cometa che "rischia" di mostrarsi visibile anche in binocoli e un oggetto a metà tra cometa e asteroide...
08/01/2017 - Comete per la stella HD 172555 - Dati di HARPS (ESO) e di Hubble mostrano come la stella HD 172555, distante 95 anni luce, sia bersaglio di nuclei cometari, anche se serve la conferma...
12/01/2017 - La "stella con alieni" potrebbe solo aver mangiato - Giungono altre teorie per una possibile spiegazione ai cali di luce subiti dalla stella KIC 8462852: l'ultima possibilità elaborata riguarda la distru...
02/02/2017 - Dal rosso di Plutone alla formazione di Caronte - Nuove simulazioni di laboratorio riportate poi al computer mostrano come le macchie rosse di plutone nella zona di cthulhu regio possano essere legate...
09/02/2017 - La cometa che muore su una nana bianca - Il telescopio spaziale Hubble, unitamente al Keck Observatory, osservano la rottura e la dispersione di una cometa sull'atmosfera di una nana bianca n...
14/02/2017 - La 73P continua a disintegrarsi - Dopo le frammentazioni già viste nel 1995 e nel 2006, la cometa 73P/Schwassmann-Wachmann continua a perdere pezzi. I telescopi di Slooh la vedono divi...
16/02/2017 - La 45P sotto gli occhi di Arecibo - Il passaggio ravvicinato della cometa 45P ha consentito ai radar di Arecibo di estrarre importanti misurazioni per la caratterizzazione del nucleo e n...
01/03/2017 - Il perielio cambia l'acqua alle comete - Osservazioni spettroscopiche della cometa C/2014 Q2 Lovejoy effettuate prima e dopo il perielio mostrano una variazione nel rapporto tra deuterio e id...
02/03/2017 - La storia di P/2016 J1 - Osservazioni del GCT e di CFWT riescono a ripercorrere la storia dell'asteroide doppio e attivo P/2016 J1, dalla collisione fino all'accensione delle ...
29/12/2016 - Mars Odissey in Safe Mode - La sonda, in orbita su Marte da Ottobre 2001, si è fermata per la seconda volta in due anni, sempre a dicembre. Un Safe Mode dal quale si pensa di usc...
29/12/2016 - Un esagono al Sole - Immagine di settembre 2016 ottenuta dalla sonda Cassini, mette a nudo totalmente l'esagono nord polare che domina Saturno....
05/01/2017 - La NASA pensa al futuro, tra IXPE, Lucy e Psyche - Si studia la fattibilità di lancio per tre nuove missioni: la prima, IXPE, studierà l'universo più violento. Le altre due, Lucy e Psyche, studieranno ...
05/01/2017 - Dentro i pendii di Marte con MRO - Una immagine del Mars Reconnaissance Orbiter mostra la parete di un pendio marziano, che mostra una varietà di rocce e di strutture dovuta a antichi f...
05/01/2017 - Plutone: creste simili a quelle terrestri - Un modello e simulazioni atmosferiche conducono all'ipotesi, avvalorata dalle immagini della New Horizons, per la quale le strutture di "montagna" di ...
06/01/2017 - SOFIA riproduce i dati delle Voyager su Giove - La potenza di FORCAST a bordo di SOFIA consente per la prima volta di effettuare immagini infrarosse di Giove "da Terra", consentendo così un confront...
07/01/2017 - Hubble in collaborazione con le Voyager - Osservare dall'orbita di Hubble il percorso che viene seguito dalle Voyager nel tentativo di studiare il mezzo interstellare anche quando le sonde avr...
07/01/2017 - Lunga vita a Venera-D - Roscosmos e NASA studiano una missione per Venere: la Venera-D, che potrebbe partire nel 2025, studierebbe la super-rotazione del pianeta e cercherebb...
09/01/2017 - Terra e Luna, spettacolo da Marte - Una immagine scattata dal Mars Reconnaissance Orbiter, da più di 200 milioni di chilometri, ritrae Terra e Luna con dettagli impressionanti. Visibile ...
09/01/2017 - Formazione della Luna: inquietante dietrofront - Contrariamente a quanto generalmente accettato finora, la formazione della Luna potrebbe non chiamare più in causa Theia. Indiziati, tanti piccoli imp...
09/01/2017 - Lo scudo di Plutone a difesa dell'atmosfera - Uno studio mostra gli effetti di Caronte su Plutone: una presenza che, ciclicamente, riduce la perdita di atmosfera da parte del plutoide...
12/01/2017 - Luna: cambia anche l'età. Lo dice la "sabbia" - Dopo aver messo in discussione la modalità della nascita della Luna, gli scienziati la invecchiano in base alle analisi sulle rocce riportate dall'Apo...
12/01/2017 - Planet Nine: un pianeta acquisito dal Sole? - Nuove speculazioni vagliano la possibilità che Planet Nine, pianeta tutto da scoprire nel Sistema Solare, sia stato catturato dopo un viaggio da randa...
13/01/2017 - Marte, tra impatti e ricerca del DNA - Mentre la NASA diffonde immagini che mostrano ampie ejecta da un cratere in Terra Sabaea, al MIT si cerca il modo di trovare DNA sul pianeta rosso...
16/01/2017 - Microbi che non temono le condizioni marziane? - Esperimenti di laboratorio ci raccontano che alcuni microbi potrebbero sopravvivere alle condizioni marziane o quasi. Manca la bassa temperatura, ma s...
17/01/2017 - ALMA prende il Sole - Il nostro Sole ha un osservatore in più, un osservatore di eccezione. ALMA riprende la nostra stella nel range millimetrico, alla ricerca di dettagli ...
18/01/2017 - Venere mostra una struttura troppo duratura - Una struttura in grado di abbracciare entrambi gli emisferi di Venere è stata registrata dall'orbiter Akatsuki dall'8 all'11 dicembre 2015. Si pensa a...
18/01/2017 - Osiris-REX è in viaggio e tutto va bene - La sonda Osiris-REX ha risposto correttamente alla prima grande manovra orbitale effettuata a dicembre 2016. Ora si punta verso la Terra per prendere ...
20/01/2017 - Daphnis fa surf sugli anelli di Saturno - La sonda Cassini il 16 gennaio 2017 immortala con dettagli senza precedenti la luna Daphnis e gli scompensi gravitazionali imposti al bordo del Keeler...
20/01/2017 - Cerere, ma chi sei? - I dati in medio infrarosso di SOFIA svelano una composizione chimica di Cerere del tutto diversa da quella dei primi micron di polvere, derivanti da o...
24/01/2017 - Da GOES1-16 il pianeta più bello - Prima immagine del satellite geostazionario GOES-16, lanciato a novembre 2016. Un disco pieno del nostro pianeta per una nuova generazione di satellit...
24/01/2017 - Un Giove da laboratorio per lo studio atmosferico - Ricreato in laboratorio l'ambiente atmosferico di Giove, in termini di circolazione, al fine di verificare se i famosi jet-stream siano fenomeni super...
24/01/2017 - Burst di metano per i fiumi antichi di Marte - Uno studio della Harvard mostra come un effetto serra basato su burst di metano, indotti da eventi geologici, potrebbero essere alla base dei flussi a...
24/01/2017 - GAIA si mette a scoprire asteroidi - Dai dati di GAIA, tra un miliardo di stelle, spunta la presenza di un asteroide a oggi sconosciuto: si chiama GAIA 606, o meglio 2016 UV56, ed è il pr...
24/01/2017 - Era che vai, meteorite che trovi - Uno studio della Lund University pubblicato su Nature Astronomy mostra come la natura delle meteoriti sia cambiata radicalmente negli ultimi 500 milio...
26/01/2017 - Giove, la Piccola Macchia Rossa da Juno - Nuova immagine rilasciata dalla NASA proveniente da Giove: il flyby dell'11 dicembre 2016 ha portato uno scatto alla Piccola Macchia Rossa...
27/01/2017 - EEGGL per la previsione del meteo spaziale - La previsione del meteo spaziale si arricchisce di un altro strumento: EEGGL riesce a riprodurre fedelmente il percorso seguito dalle CME una volta os...
27/01/2017 - Caronte al "chiaro di Plutone" - Una immagine di bassa qualità risolutiva ma di indubbio fascino, scattata dalla New Horizons, mostra Caronte baciato dalla luce solare riflessa da Plu...
30/01/2017 - Idrogeno tutto intorno a Europa - Osservazioni di Hubble Space Telescope ripetute su sei transiti di Europa sul disco di Giove mostrano una atmosfera composta di idrogeno a livello glo...
30/01/2017 - Un possibile nuovo utilizzo per la sonda Juno - Un team di astronomi propone alla NASA una ulteriore forma di utilizzo della sonda Juno: studiare il toro di Io per verificare l'evoluzione del materi...
30/01/2017 - L'origine della polvere che ha formato il Sole - Scoperta l'origine dei grani di polvere dai quali si è formato il Sole e, in seguito, i pianeti. Il processo di origine è da rintracciare nelle reazio...
31/01/2017 - Gli anelli di Saturno come mai prima d'ora - Continua la fase Star-Grazing di Cassini: le migliori immagini mai ottenute della parte esterna dell'anello principale. ...
31/01/2017 - Viaggio di ossigeno da Terra a Luna - Il suolo lunare, nei primi micron di profondità, potrebbe mantenere le tracce dell'evoluzione di ossigeno sulla Terra grazie al gas che giunge durante...
02/02/2017 - da Marte la prova di lunga attività vulcanica - Le analisi di un meteorite marziano rinvenuto in africa nel 2012 ci racconta di una attività vulcanica marziana tra le più lunghe del sistema solare...
02/02/2017 - Quel vulcano che potrebbe sparire su Cerere - Il criovulcano Ahuna Mons, su Cerere, appare stranamente e inspiegabilmente solitario. Molto giovane, potrebbe essere l'ultimo rimasto e destinato anc...
03/02/2017 - Le onde della calotta marziana - Tanti anni di sorvoli polari di Marte mostrano una struttura a più strati, ondulata, che racconta le condizioni atmosferiche stagionali del pianeta ro...
07/02/2017 - Close-up di Cassini su Encelado - La luna più affascinante del Sistema Saturno per i suoi possibili risvolti biologici immortalata dalla sonda Cassini a fine novembre 2016...
10/02/2017 - Nuove tecnologie per strumenti duraturi su Venere - Alla NASA si sviluppano materiali per rendere più efficienti e durature le operazioni sul suolo venusiano: nuovi superconduttori potrebbero aprire la ...
10/02/2017 - In attesa di Bennu si cercano troiani - Osiris-REX è al suo secondo anno di viaggio e, nell'attesa dell'incontro con l'asteroide Bennu, si dedica alla ricerca di possibili troiani terrestri ...
10/02/2017 - Quattro milioni di anni per formare i pianeti - Una ricerca condotta su meteoriti molto rare risalenti alle primissime fasi di formazione del Sistema Solare indica in 4 milioni di anni il tempo nece...
13/02/2017 - Goldstone dipinge il radar di 2017 BQ6 - Il radar di Goldstone immortala l'asteroide 2017 BQ6 durante il passaggio ravvicinato alla Terra avvenuto tra il 6 e 7 febbraio a 2.5 milioni di chilo...
16/02/2017 - Composti organici "indigeni" su Cerere - Con ogni probabilità, per distribuzione superficiale e per composizione, i composti organici rinvenuti su Cerere hanno origine proprio sul nanopianeta...
17/02/2017 - I getti di Encelado osservati già dalla Voyager! - Le immagini della Voyager 1, ottenute nel 1980, riprocessate oggi mostrano i pennacchi sudpolari di Encelado, per una spettacolare e inattesa pre-scop...
21/02/2017 - Gli anelli di Marte si stanno già formando? - Uno studio indiano mostra come parte delle particelle di polvere che compone la nube di Marte possa avere origine dalle lune. in tal caso, gli anelli ...
21/02/2017 - Ancora tanti giganti gassosi da scoprire - Nuovi modelli di formazione planetaria, con particolare riguardo al processo di raffreddamento del disco, indicano la possibile presenza di tanti giga...
24/02/2017 - Anelli di Saturno e variazioni stagionali - Gli anelli di Saturno si presentano in modo molto diverso in base alla zona di spettro elettromagnetico osservato. E anche le stagioni saturniane gioc...
28/02/2017 - Ha ancora senso il concetto di fascia abitabile? - La presenza di vulcani e del conseguente idrogeno vulcanico potrebbe allargare la fascia di abitabilità di una stella. Ma stiamo ancora parlando di fa...
03/03/2017 - Precedenza a Phobos, spostato MAVEN - Il 6 marzo le probabilità di uno scontro della sonda MAVEN con la luna marziana Phobos erano divenute un po' troppo alte. Accensione dei motori e aume...
03/03/2017 - Il lavoro delle onde di Alfven sulla corona - Immagini ad altissima risoluzione riescono a mostrare le oscillazioni del campo magnetico solare, le famose onde di Alfven, in grado di riscaldare la ...
07/03/2017 - L'aridità di Marte non si legge dalle rocce - Un esperimento portato avanti a Las Vegas mostra come l'analisi delle meteoriti possa essere influenzato in modo decisivo dalle reazioni legate agli i...
08/03/2017 - Nessuna periodicità negli impatti terrestri - La datazione dei principali crateri da impatto presenti sulla Terra indica una mancanza di periodicità, il che esclude la presenza di stelle compagne ...
08/03/2017 - Un calcio al concetto di radiante - L'influenza di Giove allunga e distorce molti stream di meteoroidi, con il risultato che gli sciami durano più di quanto si pensi e che provengano da ...
08/03/2017 - Come si aggregano i piccoli asteroidi - La classificazione balistica a spiegare l'aspetto esterno dell'asteroide Itokawa: la natura delle collisioni spiega, almeno per ora, la netta division...
10/03/2017 - Un tortellino di nome Pan - La sonda Cassini immortala come mai prima d'ora la luna di Saturno Pan, all'interno della divisione di Encke. Una forma davvero particolare....
14/03/2017 - Il polo sud di Encelado è molto più caldo - Osservazioni a microonde svelano che la zona sud-polare di Encelado è molto più calda di quanto non si sia pensato, il che lascia ipotizzare una crost...
15/03/2017 - Venti verticali su Venere osservati da Terra - Osservati per la prima volta, e da Terra, venti perpendicolari all'equatore venusiano. Un nuovo tassello per andare a capire i processi alla base dell...
16/03/2017 - Titano, effervescenza naturale all'azoto - I dati di Cassini sulla diversa composizione dei corsi di fluidi su Titano mostrano come sia possibile la formazione di campi di bolle sugli specchi l...
20/03/2017 - Alla ricerca di regole per le tempeste marziane - Le tempeste su Marte sono ben note ma alcune lasciano sul pianeta rosso segni molto caratteristici. E' possibile estrarre delle regole in termini di l...
21/03/2017 - Anelli ricorsivi per Marte? - Un nuovo modello, pur con fattori non proprio credibili, prova a spiegare come gli anelli su Marte, attualmente non esistenti, potrebbero apparire e s...
22/03/2017 - Marte, forse si tratta soltanto di sabbia - Le striature che scivolano lungo i pendii marziani potrebbero non aver nulla a che vedere con l'acqua, ma essere il semplice risultato di illusione ot...
27/03/2017 - Il bacino che ha originato tsunami marziani - Forse individuato nel cratere Lomonosov la struttura che avrebbe dato vita a due tsunami su Marte. A dirlo è un team internazionale di scienziati....
27/03/2017 - Castelli di sabbia su Titano: solide realtà - La sabbia di Titano è nettamente diversa da quella terrestre: si elettrifica molto, rimanendo compatta per settimane o mesi. Un castello di sabbia dur...

Prossima diretta

Occhi al Cielo di Aprile 2017

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 05:58, T: 18:31
Distanza 0.99857 UA


Luna
S: 06:23, T: 19:02
Fase: 1% (Cresc.)

Satelliti principali

ISS (ZARYA)
Accadde Oggi
  • (2004) - ben tre satelliti transitano in contemporanea sul disco di Giove
Gallery utenti

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui