L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

La New Horizons per il fondo ottico di background

New Horizons

Il cielo non è mai nero, neanche quando lo sembra davvero. Già dai tempi delle Pioneer, negli anni Settanta, fu tentata una misurazione della luce di fondo dell'universo esterno alla nostra Galassia andando a osservare e misurare la luce, seppur debolissima, proveniente dalle altre galassie presenti nell'universo. Questa luce si chiama "radiazione ottica cosmica di background"  e per vederla, e per misurarla, occorre spostarsi verso il Sistema Solare esterno visto che più si è vicini al Sole e più la luce solare dà fastidio, soprattutto quella riflessa dalla polvere maggiormente presente nelle zone interne. 

Andando verso Plutone, e verso la Fascia di Kuiper, questi effetti secondari tendono a diminuire e così appare evidente che l'archivio di dati ottenuto dalla camera LORRI a bordo della New Horizons della NASA possa essere una manna dal cielo, in tutti i sensi. 

Alla School of Physics and Astronomy hanno fatto proprio questo, a partire dai dati della LORRI, per andare a capire che il fondo ottico presente è perfettamente spiegabile con le galassie visibili, senza la necessità di tirare in ballo altre sorgenti di luce esotiche come il decadimento della materia oscura, tanto per fare un esempio. Cosa che finora, invece, sembrava l'esatto opposto.

La fonte è Nature Communications

 


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
07/08/2017 - Il target di New Horizons potrebbe essere binario - Una occultazione stellare da parte di 2014 MU69 rivela una forma molto allungata per il KBO che verrà visitato dalla New Horizons, una forma compatibi...
06/10/2017 - Una nube di neutroni che si riaccende - Una survey congiunta a diverse lunghezze d'onda riesce a mostrare come una nube di elettroni all'interno dell'ammasso Abell 1033 si sia riaccesa in se...
21/07/2017 - La miglior stima della quantità di gas molecolare - La somma di osservazioni effettuate dai maggiori telescopi per ottenere la stima migliore della quantità di gas molecolare negli ammassi di galassie d...
21/07/2017 - Relazione forte tra buco nero e forma galattica - Uno studio basato sulla forma delle galassie svela una relazione molto forte tra l'apertura dei bracci galattici e la massa del buco nero centrale...
25/07/2017 - Una lente che si fa in quattro - Dai dati della survey Pan-STARRS, per serendipity, esce un candidato a lente gravitazionale quadrupla, uno dei pochi casi finora osservati...
27/07/2017 - L'abbraccio tra Davide e Golia - Hubble Space Telescope immortala l'abbraccio gravitazionale tra la gigante NGC 1512 e la nana NGC 1510, mostrando come eventi simili siano il preludio...
27/07/2017 - Galassie con il contributo esterno - Il materiale che compone le galassie maggiori deriva in larga parte dal contributo fornito dal vento galattico generato dalle esplosioni di supernova ...
31/07/2017 - Quattro quasar in posizione ideale - Uno studio della Iowa University fa luce sul meccanismo che determinò la fine della formazione stellare in galassie giganti: i quasar potrebbero aver ...
31/07/2017 - Una supernova superluminosa che spazza metalli - Non sembra esserci relazione tra la metallicità di una galassia e la possibilità che al suo interno possano aver luogo supernovae superluminose....
08/08/2017 - I buchi neri sarebbero decine di milioni - Uno studio della UCI mostra come nella Galassia possano esistere decine di milioni di buchi neri di grande taglia. Pochi, però, si troverebbero in sis...
08/08/2017 - Prometeo e il fantasma dell'anello F - Prometeo nell'ombra di Saturno e il debolissimo anello F in uno scatto della sonda Cassini datato 13 maggio 2017...

Prossima diretta

International Physicists Network

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 07:25, T: 18:25
Distanza 0.99646 UA


Luna
S: 04:42, T: 17:36
Fase: 1% (Cal.)

PIANETI VISIBILI

Urano - Alt. 54.9°
Tramonta: 07:45Mappa

Nettuno - Alt. 35°
Tramonta: 03:56Mappa

Satelliti principali

ISS (ZARYA)
Accadde Oggi
  • (1786) - W. Herschel scopre NGC 206 in M31
Gallery utenti

Partner

International Physicist Network

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui