L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

La New Horizons per il fondo ottico di background

New Horizons

Il cielo non è mai nero, neanche quando lo sembra davvero. Già dai tempi delle Pioneer, negli anni Settanta, fu tentata una misurazione della luce di fondo dell'universo esterno alla nostra Galassia andando a osservare e misurare la luce, seppur debolissima, proveniente dalle altre galassie presenti nell'universo. Questa luce si chiama "radiazione ottica cosmica di background"  e per vederla, e per misurarla, occorre spostarsi verso il Sistema Solare esterno visto che più si è vicini al Sole e più la luce solare dà fastidio, soprattutto quella riflessa dalla polvere maggiormente presente nelle zone interne. 

Andando verso Plutone, e verso la Fascia di Kuiper, questi effetti secondari tendono a diminuire e così appare evidente che l'archivio di dati ottenuto dalla camera LORRI a bordo della New Horizons della NASA possa essere una manna dal cielo, in tutti i sensi. 

Alla School of Physics and Astronomy hanno fatto proprio questo, a partire dai dati della LORRI, per andare a capire che il fondo ottico presente è perfettamente spiegabile con le galassie visibili, senza la necessità di tirare in ballo altre sorgenti di luce esotiche come il decadimento della materia oscura, tanto per fare un esempio. Cosa che finora, invece, sembrava l'esatto opposto.

La fonte è Nature Communications

 


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
16/02/2018 - Ricette di Cosmologia - I Buchi Neri - buchi neri la vittoria della gravita della materia...
02/03/2018 - LA COSTANTE COSMOLOGICA - La costante cosmologica, croce e delizia di Einstein, nel percorso dalla sua introduzione fino ai ripensamenti e alla rivalutazione...
21/02/2018 - 180 Secondi - La Nucleosintesi del Big Bang - la nucleosintesi del Big Bang una delle prove più convincenti che l'Universo primordiale sia stato proprio come predetto dal Modello Cosmologico Sta...
10/04/2018 - Terza onda gravitazionale per LIGO - Il 4 gennaio 2017 l'interferometro LIGO scova la terza onda gravitazionale: a determinarla, la fusione di due buchi neri per formarne uno di 49 masse ...
14/03/2018 - Il target di New Horizons potrebbe essere binario - Una occultazione stellare da parte di 2014 MU69 rivela una forma molto allungata per il KBO che verrà visitato dalla New Horizons, una forma compatibi...
26/03/2018 - Il buco nero che blocca la formazione stellare - Francesco Tombesi, ricercatore alla NASA e associato INAF, insieme al suo team di astrofisici, è riuscito a dare una spiegazione all'interruzione dell...
23/01/2018 - Materia oscura - MOND: non se ne esce - Lo studio del moto delle stelle periferiche in galassie ellittiche porta sorprese: stesso comportamento rispetto alle galassie a spirale. Ignota la ca...
14/03/2018 - L'origine extragalattica di un FRB - Una serie numerosissima di strumenti utilizzata per ottenere il punto di partenza di un Fast Radio Burst osservato, per la prima volta, nel 2012. La s...
20/04/2018 - La Materia Mancante - La materia oscura, componente ignoto ma determinante nell'universo. La sua natura e gli studi per dimostrarne l'esistenza...
06/04/2018 - Primo indizio per una nuova interazione oscura? - Una interazione tra quattro galassie con un ritardo nel cammino della materia oscura potrebbe essere l'apripista per una nuova modalità di interazione...
03/04/2018 - LENTE GRAVITAZIONALE - Uno degli strumenti più potenti per l'osservazione dell'universo primordiale è dato dalle lenti gravitazionali, effetti della Relatività Generale di E...
02/03/2018 - L'asteroide di Hayabusa ha un nome - La JAXA ha comunicato il nome scelto per l'asteroide che sarà incontrato da Hayabusa2 a metà 2018: si chiama Ryugu e deriva da antiche storie giappone...
16/02/2018 - Marte, tra rivoli e ghiaccio notturno - i dati di MRO mostrano delle possibili spiegazioni per i rivoli di acqua che solcano periodicamente alcune zone marziane e svelano segreti riguardanti...

Prossima diretta

Occhi al Cielo di Maggio 2018

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 06:19, T: 19:57
Distanza 1.00529 UA


Attività solare real time

Luna
S: 10:42, T: 00:51
Fase: 39% (Cresc.)

Satelliti principali

Accadde Oggi
  • (1665) - Nasce Giacomo Filippo Maraldi, scopre le stagioni di Marte
Gallery utenti

Partner

Peter Pan Onlus

International Physicist Network

Rigel Astronomia

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui