L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Il buco nero strizza l'occhio a Einstein

Movimento delle stelle nei pressi del centro galattico

Movimento delle stelle nei pressi del centro galattico

Un buco nero supermassiccio, con massa di 4 milioni di volte quella del Sole, si trova a soli 26 mila anni luce da noi e domina il centro della Via Lattea. Intorno a questo oggetto orbitano delle stelle, trascinate dalla gravità fino a velocità molto elevate e proprio questa zona sembra perfetta per testare la relatività di Albert Einstein, ancora una volta. 

Una nuova tecnica è stata quindi applicata da astronomi tedeschi e polacchi al moto delle stelle vicine, osservate tramite il Very Large Telescope, al fine di verificare la coerenza tra osservazione e previsioni basate sulle equazioni di Einstein. Soprattutto la stella S2 ha evidenziato microscopici variazioni del tutto consistenti con le previsioni, nell'ordine di un sesto di grado nell'orientamento e di pochissimo nella forma orbitale. 

Un simile calcolo è possibile grazie alla ormai elevatissima precisione con la quale è possibile osservare una intera orbita di un oggetto  e proprio questa raffinatezza di misurazioni ha consentito di migliorare ulteriormente anche la stima della massa del buco nero e della distanza dalla Terra. 

L'attesa è ora per il passaggio ravvicinato di S2 al centro galattico, che avverrà nel 2018 e che vedrà in campo il nuovo strumento GRAVITY installato sempre al VLT, al fine di migliorare ancora le misurazioni.

La fonte è ESO

 


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
06/10/2017 - Una nube di neutroni che si riaccende - Una survey congiunta a diverse lunghezze d'onda riesce a mostrare come una nube di elettroni all'interno dell'ammasso Abell 1033 si sia riaccesa in se...
21/07/2017 - Relazione forte tra buco nero e forma galattica - Uno studio basato sulla forma delle galassie svela una relazione molto forte tra l'apertura dei bracci galattici e la massa del buco nero centrale...
07/08/2017 - Mini-buchi neri che uccidono le stelle di neutroni - Nulla di comprovato, ma la presenza di mini-buchi neri di derivazione primordiale potrebbe spiegare tante cose: dai metalli pesanti alla mancanza di s...
08/08/2017 - I buchi neri sarebbero decine di milioni - Uno studio della UCI mostra come nella Galassia possano esistere decine di milioni di buchi neri di grande taglia. Pochi, però, si troverebbero in sis...
27/07/2017 - Orione: tre popolazioni successive di stelle - I dati del VLT di ESO lasciano spazio all'ipotesi di formazione stellare a cascata: tre popolazioni di stelle distanziate, per nascita, da circa un mi...
27/09/2017 - Un'onda condivisa per LIGO e VIRGO - Per la prima volta anche VIRGO rintraccia un'onda gravitazionale. La collaborazione con LIGO consente di triangolare la posizione e la provenienza del...
21/07/2017 - Nuove tracce di formazione stellare galattica - Attraverso lo studio infrarosso di 26 nubi, un team di astronomi riesce a unificare i modelli di formazione stellare: disco e getto vanno di moda anch...
25/07/2017 - Meno pianeti simili a Giove del previsto - Uno studio basato sui dati di OGLE, e quindi sulle microlenti gravitazionali, ridimensiona il numero stimato di esopianeti delle dimensioni di Giove n...
27/07/2017 - Galassie con il contributo esterno - Il materiale che compone le galassie maggiori deriva in larga parte dal contributo fornito dal vento galattico generato dalle esplosioni di supernova ...
24/07/2017 - Supernovae da record - La supernova Ia più amplificata di sempre da un effetto di lente gravitazionale e una supernova di tipo II a 10 miliardi di anni luce da noi. ...
26/07/2017 - Proto-ammassi globulari a 12 miliardi di anni luce - Gli ammassi globulari sono tra gli oggetti più affascinanti. belli e misteriosi: l'osservazione di proto-globulari a inizio universo potrebbe chiarire...
16/10/2017 - Un'onda "di luce": fusione di stelle di neutroni - Per la prima volta, una fusione di stelle di neutroni unisce l'astronomia gravitazionale a quella elettromagnetica. Un lampo e un'onda dalla galassia ...

Prossima diretta

International Physicists Network

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 07:25, T: 18:25
Distanza 0.99617 UA


Luna
S: 04:42, T: 17:36
Fase: 1% (Cal.)

PIANETI VISIBILI

Urano - Alt. 55.9°
Tramonta: 07:45Mappa

Nettuno - Alt. 19.7°
Tramonta: 03:56Mappa

Satelliti principali

ISS (ZARYA)
Accadde Oggi
  • (1786) - W. Herschel scopre NGC 206 in M31
Gallery utenti

Partner

International Physicist Network

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui