L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Il battito asimmetrico del buco nero

Immagini di Chandra in NGC 4696

A 145 milioni di anni luce da noi, al centro dell'Ammasso del Centauro, c'è la galassia NGC 4696. Rappresenta il centro dell'ammasso e al suo centro c'è un buco nero supermassiccio. Non possiamo vederlo direttamente ma possiamo vedere gli effetti che questo oggetto ha sulla galassia ospite e su tutto l'ammasso. 

Come un cuore che pompa sangue in direzione degli organi periferici tramite le arterie, così il buco nero diffonde materia a energia alla propria galassia e oltre. I dati di Chandra mostrano, infatti, dei battiti da parte del buco nero: le tracce di burst improvvisi che hanno inviato verso l'esterno particelle altamente energetiche e veloci, in grado di creare fronti d'urto e di generare cavità nei gas circostanti. 

L'immagine composita mostra in rosso i raggi X presi da Chandra dal gas caldo dell'ammasso. I dati radio del VLA sono in blu e rappresentano le particelle a alta energia prodotte dai getti alimentati dal buco nero. I dati visibili di Hubble sono in verde e mostrano le galassie dell'ammasso. 

Le cavità sono note, etichettate da A a I, mentre la posizione del buco nero è indicata con una X. 

Le cavità intorno a NGC 4696

Gli astronomi hanno stimato un burst ogni periodo variabile tra 5 e 10 milioni di anni.

Un altro tipo di elaborazione dei dati mostra delle strutture curvate e concentriche che possono essere causate dalle onde sonore generate dai burst ripetuti da parte del buco nero. In un ammasso galattico, il gas caldo che permea lo spazio consente alle onde sonore di propagarsi, infatti. 

 

Altra elaborazione dei dati

I burst sembrano aver stirato il gas, nonché arricchito in elementi prodotti dalle esplosioni di supernovae. I colori più chiari nella mappa mostrano le regioni a maggior densità di elementi pesanti. Le regioni a maggior densità di elementi pesanti si trovano a destra del buco nero. La zona meno densa è consistente con l'idea per la quale il gas arricchito sia stato emesso fuori dall'ammasso dalle attività del buco nero. 

La fonte è Monthly Notices of the Royal Astronomical Society

 

 


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
16/02/2018 - Ricette di Cosmologia - I Buchi Neri - buchi neri la vittoria della gravita della materia...
24/11/2017 - La Relatività e La Cosmologia Moderna - La Teoria della Relatività Ristretta di Einstein apre le porte a un nuovo modo di pensare il cosmo: ne ripercorriamo le principali basi e conseguenze...
09/01/2018 - Il buco nero che blocca la formazione stellare - Francesco Tombesi, ricercatore alla NASA e associato INAF, insieme al suo team di astrofisici, è riuscito a dare una spiegazione all'interruzione dell...
10/01/2018 - L'origine extragalattica di un FRB - Una serie numerosissima di strumenti utilizzata per ottenere il punto di partenza di un Fast Radio Burst osservato, per la prima volta, nel 2012. La s...
19/01/2018 - Un'onda "di luce": fusione di stelle di neutroni - Per la prima volta, una fusione di stelle di neutroni unisce l'astronomia gravitazionale a quella elettromagnetica. Un lampo e un'onda dalla galassia ...
23/01/2018 - Materia oscura - MOND: non se ne esce - Lo studio del moto delle stelle periferiche in galassie ellittiche porta sorprese: stesso comportamento rispetto alle galassie a spirale. Ignota la ca...

Prossima diretta

Da Zero a Oort p.10

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 06:59, T: 17:48
Distanza 0.98885 UA


Attività solare real time

Luna
S: 08:59, T: 21:30
Fase: 16% (Cresc.)

Satelliti principali

Accadde Oggi
  • (1956) - Cade un meteorite di 2 chilogrammi a Sinnai (CA)
Gallery utenti

Partner

Peter Pan Onlus

International Physicist Network

Rigel Astronomia

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui