L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

I buchi neri sarebbero decine di milioni

Il team dell'UCI

Il team dell'UCI

I buchi neri da 30 masse solari ciascuno che, fondendosi, hanno dato origine al primo segnale di onda gravitazionale mai captato hanno incuriosito un po' tutti per dimensione: si riteneva che la morte stellare per collasso potesse dare origine a buchi neri di massa solare o poco più, e così "osservare" due mostri di 30 masse solari è stato uno shock. 

Un team della University of California Irvine (UCI) ha pubblicato un lavoro proprio a partire da questa stranezza, chiedendosi quanti buchi neri possano davvero esserci nella nostra Galassia e quali masse possano raggiungere: il risultato dice che molto probabilmente ci sono decine di milioni di buchi neri galattici, molti più di quanti ne siano stati pensati a oggi. 

Si tratta di una investigazione del tutto teorica, non supportata da alcuna osservazione: un tentativo di interpretare le onde gravitazionali osservate relativamente alle conoscenze in termini di formazione stellare galattica ed extragalattica: le galassie maggiori hanno molte stelle ricche di metalli mentre le galassie minori o nane sono dominate da grandi stelle con bassa metallicità. Le stelle con molti metalli come il Sole perdono molta massa durante la vita e al momento di morire non hanno più massa sufficiente per creare buchi neri. Le grandi stelle con pochi metalli, invece, espellono meno massa e si trasformano quasi tutte in buchi neri

Dalla correlazione dei dati è derivato un numero di buchi neri potenzialmente pari a decine di milioni di unità. Quanti di questi possono portare a una fusione tale da innescare onde gravitazionali osservabili? Il discorso è più complesso ma sembra che soltanto una percentuale tra 0.1 e 1% dei buchi neri possa arrivare a fondersi in tempi ragionevoli. 

La fonte è Monthly Notices of the Royal Astronomical Society

 


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
16/02/2018 - Ricette di Cosmologia - I Buchi Neri - buchi neri la vittoria della gravita della materia...
24/11/2017 - La Relatività e La Cosmologia Moderna - La Teoria della Relatività Ristretta di Einstein apre le porte a un nuovo modo di pensare il cosmo: ne ripercorriamo le principali basi e conseguenze...
09/01/2018 - Il buco nero che blocca la formazione stellare - Francesco Tombesi, ricercatore alla NASA e associato INAF, insieme al suo team di astrofisici, è riuscito a dare una spiegazione all'interruzione dell...
10/01/2018 - L'origine extragalattica di un FRB - Una serie numerosissima di strumenti utilizzata per ottenere il punto di partenza di un Fast Radio Burst osservato, per la prima volta, nel 2012. La s...
23/01/2018 - Materia oscura - MOND: non se ne esce - Lo studio del moto delle stelle periferiche in galassie ellittiche porta sorprese: stesso comportamento rispetto alle galassie a spirale. Ignota la ca...
25/01/2018 - LA NASCITA DELLE STELLE parte II - Nella fase finale della nascita di una stella, si va incontro a fasi turbolente e anche spettacolari che contribuiscono a celare la protostella nella ...
14/12/2017 - Cassiopeia A, la conferma nella radioattività - Lo studio dettagliato di Cassiopeia A mostra una spinta ricevuta dalla stella di neutroni, segno di una asimmetria corrispondente a una distribuzione ...
19/01/2018 - Un'onda "di luce": fusione di stelle di neutroni - Per la prima volta, una fusione di stelle di neutroni unisce l'astronomia gravitazionale a quella elettromagnetica. Un lampo e un'onda dalla galassia ...

Prossima diretta

Da Zero a Oort p.10

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 06:59, T: 17:48
Distanza 0.98885 UA


Attività solare real time

Luna
S: 08:59, T: 21:30
Fase: 16% (Cresc.)

Satelliti principali

Accadde Oggi
  • (1956) - Cade un meteorite di 2 chilogrammi a Sinnai (CA)
Gallery utenti

Partner

Peter Pan Onlus

International Physicist Network

Rigel Astronomia

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui