L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Cosa alimenta i getti dai buchi neri supermassicci

Rappresentazione dei getti alimentati da dischi di accrescimentoFa parte di una delle tante cose che, in astronomia, si sentono dire per approssimazione ma per le quali è ancora ignoto il vero meccanismo: i getti provenienti dai buchi neri supermassicci sono generati dal disco di accrescimento

Sembra pacifico, ma quale sia il meccanismo è ancora tutto da dimostrare e per scoprirlo l'universo ci offre due opportunità, con le attuali tecnologie. La prima è studiare il buco nero supermassiccio della Via Lattea, SgrA*, con il programma Event Horizon Telescope. La seconda è studiare uno dei buchi neri supermassicci più noti, quello che domina la galassia M87 nell'Ammasso della Vergine con i suoi 6 miliardi di masse solari. I getti che fuoriescono da questa galassia si estendono per una dimensione molto superiore alla galassia stessa e vanno ad abbracciare tutto lo spettro elettromagnetico

Al Max Planck Institute è stato utilizzato il Very Large Baseline Array per ottenere ulteriori informazioni riguardanti il disco di accrescimento del buco nero e la tesi a oggi più accreditata vede questo disco - che alimenta il buco nero di materia - simile alla superficie solare. Sarebbero, di conseguenza, le disconnessioni e microriconnessioni magnetiche a indurre la formazione dei getti in uscita, cosa che a maggior distanza lascia il campo ai campi magnetici di scala superiore. La formazione dei getti sarebbe quindi legata alla microattività magnetica mentre forma e flusso successivo sarebbero dominati dai campi magnetici a larga scala. 

La fonte è Media INAF

 


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
06/10/2017 - Una nube di neutroni che si riaccende - Una survey congiunta a diverse lunghezze d'onda riesce a mostrare come una nube di elettroni all'interno dell'ammasso Abell 1033 si sia riaccesa in se...
21/07/2017 - Relazione forte tra buco nero e forma galattica - Uno studio basato sulla forma delle galassie svela una relazione molto forte tra l'apertura dei bracci galattici e la massa del buco nero centrale...
07/08/2017 - Mini-buchi neri che uccidono le stelle di neutroni - Nulla di comprovato, ma la presenza di mini-buchi neri di derivazione primordiale potrebbe spiegare tante cose: dai metalli pesanti alla mancanza di s...
08/08/2017 - I buchi neri sarebbero decine di milioni - Uno studio della UCI mostra come nella Galassia possano esistere decine di milioni di buchi neri di grande taglia. Pochi, però, si troverebbero in sis...
09/08/2017 - Il buco nero strizza l'occhio a Einstein - Ancora conferme per la Relatività Generale: stavolta vengono dall'aderenza del moto della stella S2 rispetto alle previsioni durante l'orbita intorno ...
26/07/2017 - Aurore polari da ascoltare - E' vero, le aurore polari si accompagnano a suoni generati dal campo magnetico a soli 70 metri di altezza e non alle altezze in cui si generano le luc...
10/10/2017 - Corona solare, tra ferro e nanoflares - I dati ottenuti dal Solar Dynamics Observatory evidenziano una variazione nella composizione chimica della corona solare durante il ciclo di attività ...
07/08/2017 - Campi magnetici contro l'efficienza stellare - Dalla polarizzazione dei filamenti a quella dei nuclei più densi di formazione stellare: il motivo della mancata efficienza nel processo che genera nu...
19/07/2017 - Raggi gamma intrappolati nel centro galattico - Osservazioni spaziali di Fermi e terrestri di HESS mostrano un intasamento nel viaggio dei raggi cosmici altamente energetici con un alone gamma nel c...
21/07/2017 - La miglior stima della quantità di gas molecolare - La somma di osservazioni effettuate dai maggiori telescopi per ottenere la stima migliore della quantità di gas molecolare negli ammassi di galassie d...
25/07/2017 - Una lente che si fa in quattro - Dai dati della survey Pan-STARRS, per serendipity, esce un candidato a lente gravitazionale quadrupla, uno dei pochi casi finora osservati...
27/07/2017 - L'abbraccio tra Davide e Golia - Hubble Space Telescope immortala l'abbraccio gravitazionale tra la gigante NGC 1512 e la nana NGC 1510, mostrando come eventi simili siano il preludio...
27/07/2017 - Galassie con il contributo esterno - Il materiale che compone le galassie maggiori deriva in larga parte dal contributo fornito dal vento galattico generato dalle esplosioni di supernova ...
31/07/2017 - Quattro quasar in posizione ideale - Uno studio della Iowa University fa luce sul meccanismo che determinò la fine della formazione stellare in galassie giganti: i quasar potrebbero aver ...
31/07/2017 - Una supernova superluminosa che spazza metalli - Non sembra esserci relazione tra la metallicità di una galassia e la possibilità che al suo interno possano aver luogo supernovae superluminose....

Prossima diretta

International Physicists Network

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 07:25, T: 18:25
Distanza 0.99646 UA


Luna
S: 03:37, T: 17:05
Fase: 5% (Cal.)

PIANETI VISIBILI

Urano - Alt. 53.8°
Tramonta: 07:49Mappa

Nettuno - Alt. 36°
Tramonta: 04:00Mappa

Satelliti principali

ISS (ZARYA)
Accadde Oggi
  • (1982) - avvistata la cometa di Halley durante l'ultimo passaggio
Gallery utenti

Partner

International Physicist Network

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui