L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

Collisioni nei dischi di detriti di due stelle

Rappresentazione artistica di collisione in disco protoplanetario

Rappresentazione artistica di collisione in disco protoplanetario

Esaminando la linea del carbonio in due sistemi stellari molto giovani come 49 Ceti e Beta Pictoris i ricercatori hanno scoperto che questo elemento, osservato per la prima volta nello spettro submillimetrico, non ha origine primordiale ma dipende da processi di collisione che si verificano nel disco di detriti

Molte stelle giovani e di mezza età sono circondate da dischi di detriti, come la nostra Nube di Oort, che rappresentano i resti della formazione del sistema di stelle e pianeti. Recentemente, osservazioni radio hanno scoperto che questi dischi presentano del gas e questo gas può avere origine primordiale, cioè risalire alla formazione della stella, oppure può essere arrivato dopo in seguito a collisioni nel disco stesso. 

Al RIKEN Star and Planet Formation Laboratory hanno così deciso di far luce esaminando le emissioni del carbonio atomico. Normalmente il carbonio esiste in forma molecolare, come monossido di carbonio. La luce ultravioletta della stella dissocia poi questa molecola in atomi creando atomi di carbonio liberi, ma normalmente una reazione chimica ricombina subito questi elementi in ossido di carbonio, nuovamente. Questa seconda reazione è facilitata dall'idrogeno: se questo non c'è, allora il carbonio resta in stato atomico. 

L'Atacama Submillimeter Telescope Experiment (ASTE) condotto in Cile ha studiato le stelle 49 Ceti e Beta Pictoris per poi confrontare i dati ottenuti da ALMA. Ciò che ne risulta è una abbondanza di carbonio atomico molto forte, quasi pari a quella di monossido di carbonio. Ne segue come la presenza di idrogeno sia molto scarsa in loco e dal momento che l'idrogeno è gas primordiale, allora si può desumere che il carbonio che vediamo in forma atomica non sia primordiale, altrimenti sarebbe stato trovato anche l'idrogeno. Il carbonio atomico deriva quindi da collisioni successive di oggetti nel disco di detriti.

La fonte è Astrophysical Journal Letters

 


Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
03/11/2017 - LA NASCITA DELLE STELLE parte II - Nella fase finale della nascita di una stella, si va incontro a fasi turbolente e anche spettacolari che contribuiscono a celare la protostella nella ...
04/12/2017 - La formazione planetaria intorno a HD 169142 - Gli occhi millimetrici di ALMA indagano sulla stella HD 169142: un disco circumstellare che porta i segni della formazione planetaria....
05/12/2017 - Sistema solare, nascita e composizione - Il Sistema Solare è il nostro sistema planetario: diamo una occhiata a come è nato, a come è composto e dove si trova all'interno della nostra Via Lat...
18/11/2017 - Da dove viene l'acqua sulla Terra? - L'arrivo dell'acqua sulla Terra è ancora un momento da spiegare e individuare. Asteroidi o comete? Anche la formazione di Giove potrebbe aver influito...
14/11/2017 - Variazioni nei dischi protoplanetari - Lo strumento SPHERE installato sul VLT di ESO mostra dettagli particolarissimi nei dischi protoplanetari di tre stelle distanti. Nuovi indizi per la f...
04/12/2017 - Nane brune, nascita a metà tra pianeta e stella - Uno studio mirato alla composizione chimica di 53 stelle compagne di nane brune mostra un processo di formazione di queste ultime che varia in base al...
29/11/2017 - LA NASCITA DELLE STELLE parte I - La nascita delle stelle e' stato un argomento che solo negli ultimi anni ha avuto una evoluzione notevole grazie allo studio delle regioni di formazio...

Prossima diretta

Da Zero a Oort p.5

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 07:28, T: 16:39
Distanza 0.98452 UA


Attività solare real time

Luna
S: 00:31, T: 13:15
Fase: 28% (Cal.)

PIANETI VISIBILI

Urano - Alt. 43°
Tramonta: 02:59Mappa

Nettuno - Alt. 40°
Tramonta: 23:14Mappa

Satelliti principali

ISS (ZARYA)
Accadde Oggi
  • (1972) - L'Apollo 17 sbarca sulla Valle di Taurus-Littrow
Gallery utenti

Partner

International Physicist Network

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui