L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

ALMA chiude il cerchio di Fomalhaut

Immagine composita del disco che circonda Fomalhaut. Credit ALMA
 
Nel 2012 il disco di detriti che circonda la stella Fomalhaut, distante 25 anni luce nel Pesce Australe, fu ripreso da ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array) soltanto in modalità parziale ma le nuove osservazioni chiudono letteralmente il cerchio, fornendo la prima visione di insieme mai ottenuta a lunghezza millimetrica
I dati scovano un match tra il contenuto ghiacciato della parte esterna del disco e il sistema cometario del nostro Sistema Solare, il che apre le porte a una migliore comprensione in termini di formazione planetaria
Relativamente vicina, Fomalhaut è una delle sole 20 stelle intorno alle quali i pianeti sono stati immortalati in via diretta: un sistema di 440 milioni di anni che mostra una banda brillante di polvere e ghiaccio a circa 20 miliardi di chilometri dalla stella e con una estensione di 2 miliardi di chilometri. I dischi si rendono visibili attraverso un processo che assorbe la radiazione stellare e la riemette nello spettro millimetrico osservato da ALMA: i detriti che formano queste dinamiche strutture sembrano formarsi proprio grazie alle collisioni continue tra comete e altri corpi minori: ALMA riesce a calcolare e modellizzare le posizioni, le dimensioni e le geometrie di questi dischi. 
Risulta una rivoluzione più lenta nel momento in cui i detriti polverosi si trovano nella parte più distante dalla stella, perfettamente in linea con le leggi fisiche conosciute. Il rallentamento del materiale determina un aumento della concentrazione dello stesso nelle zone orbitali più distanti e queste regioni appaiono più brillanti nelle osservazioni di ALMA.
Proprio sovrapposta al disco c'è una emissione del monossido di carbonio, anch'essa osservata da ALMA. Proprio questi elementi si sposano bene con le osservazioni cometarie del nostro Sistema Solare, il che può indicare una similitudine nelle condizioni di formazione cometaria
I dati dicono infine che questo sistema planetario potrebbe trovarsi nella fase, da noi già sperimentata, di bombardamento pesante, un periodo che circa 4 miliardi di anni fa ha sottoposto la Terra e i pianeti a continui impatti asteroidali.
 
Immagine submimilimetrica del disco di Fomalhaut
 
La fonte è ALMA Observatory
 

Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
25/04/2017 - Prime informazioni su galassie submillimetriche - L'utilizzo di ALMA consente lo studio di galassie che fino a pochi anni fa erano inaccessibili: le galassie submillimetriche iniziano a raccontarsi,e ...
25/04/2017 - L'universo a redhift 6 si popola come non mai - Astronomi giapponesi, tramite il Subaru Telescope, svelano la presenza di 24 nuovi quasar debolissimi e di 8 nuove galassie superluminose ma decisamen...
02/05/2017 - Tra collisioni e shock interni nelle Antenne - Scienziati del CfA mostrano come la formazione stellare nelle galassie interagenti delle Antenne sia provocata dalla collisione ma anche da un process...
11/05/2017 - Il disco di detriti di 61 Virginis - Gli occhi di ALMA per studiare il disco di detriti intorno a una stella del tutto simile al nostro Sole: forse il sistema planetario consta di un quar...
16/05/2017 - ALMA dentro la zona di formazione planetaria - Una osservazione senza precedenti per ALMA, che scende a misurare in via diretta la quantità di materia a disposizione dei nuovi pianeti in formazione...
19/05/2017 - Un pianeta che nasce come una stella - Le osservazioni di ALMA mostrano un corpo di massa planetaria, isolato, nascere con lo stesso processo classico delle giovani stelle. Un disco che, a ...
25/05/2017 - Metanolo in forma di gas nel disco di TW Hyd - Le antenne di ALMA scrutano a fondo il disco che circonda la giovane stella TW Hydrae scoprendo per la prima volta la presenza di metanolo in forma ga...
06/06/2017 - ALMA spiega la freddezza della Boomerang Nebula - Le osservazioni di ALMA mostrano una velocità di espansione del materiale della Boomerang Nebula inspiegabile con la presenza di una sola stella. Alla...
08/06/2017 - Un altro pezzo al puzzle della vita sulla Terra - Intorno alle stelle nascenti in IRAS 16293-2422, nella zona di Rho Ophiuchi, spunta la molecola dell'isocianato di metile, base della vita come la con...
12/06/2017 - Trilioni di oceani in un nucleo galattico - ALMA rivela transizioni di stato delle molecole di acqua a 670 micrometri, ed è la prima volta. Dal nucleo di una spirale vicina, trilioni di volte l'...
15/06/2017 - Campi magnetici che variano da stella a stella - Le osservazioni di ALMA fanno cadere la regola dei forti campi magnetici: la protostella Ser-emb 8 mostra dei moti dominati dalle turbolenze, con un c...
16/06/2017 - Un disco stellare ad azoto asimmetrico - Uno squilibrio nella presenza di azoto in un disco di formazione stellare lascia ipotizzare la formazione di un sistema multiplo e la futura frammenta...
03/07/2017 - Molecole organiche complesse già in tenera età - Osservazioni di ALMA mirate alla giovanissima protostella HH212 in Orione rivelano la presenza di molecole complesse considerate la base della futura ...
04/07/2017 - Da periferia a centro nella formazione planetaria - Per la prima volta è stata possibile, tramite ALMA, una misura quantitativa del materiale che cade nel disco circumstellare dalla zona esterna: molto ...
06/07/2017 - Come nascono i pianeti dalle stelle morte - Osservazioni submillimetriche mostrano un arco di fianco la pulsar Geminga: se si trattasse di un fronte d'urto spiegherebbe il meccanismo di acquisiz...
11/07/2017 - SN1987A: dalla morte alle nuove stelle - Osservazioni di ALMA nel cuore della supernova SN 1987A mostrano sacche discrete di gas e polvere in condizioni molto simili a quelle di formazione st...
11/07/2017 - Tanti solchi, ma basta una super-Terra - Basta una singola super-Terra a giustificare l'elevato numero di solchi presenti nel disco protoplanetario osservato da ALMA intorno a HL Tauri e TW H...
14/07/2017 - Galassie a diversa velocità di rotazione - Uno studio del SISSA mostra come la diversa velocità di rotazione delle galassie a spirale rispetto alle ellittiche sia legata al momento angolare del...
21/07/2017 - La miglior stima della quantità di gas molecolare - La somma di osservazioni effettuate dai maggiori telescopi per ottenere la stima migliore della quantità di gas molecolare negli ammassi di galassie d...
28/04/2017 - Gli anelli di Chariklo, fino all'ultima particella - Una simulazione giapponese entra nei dettagli più fini della struttura ad anelli di Chariklo, scoprendone una natura molto interessante. Il mistero ri...
03/05/2017 - Epsilon Eri, un sistema con fasce di corpi minori - Un sistema planetario giovane che ricalca il Sistema Solare di 4 miliardi di anni fa: fasce di corpi minori separate tra loro che possono dire molto s...
10/05/2017 - 2017 HX4 passa, saluta e va via - Ennesimo asteroide di tipo Near Earth Object che passa vicino alla Terra e prosegue il suo viaggio: l'8 maggio è stato il turno di 2017 HX4....
07/06/2017 - Aumento di bolidi, aumento del rischio - Uno studio dell'Accademia delle Scienze della Repubblica Ceca mostra la presenza di nuovi potenziali oggetti pericolosi per la Terra, legati all'aumen...
13/06/2017 - Giove è il più antico pianeta solare - Attraverso isotopi in meteoriti, gli scienziati riescono a datare la formazione di Giove scoprendo che si tratta del primo pianeta a essersi formato n...
22/06/2017 - Si volerà verso il nucleo di un ex-pianeta - La NASA punta Psyche, l'asteroide che sembra essere il nucleo rimasto nudo di un ex pianeta del Sistema Solare. La conferma della natura viene dalla m...
28/06/2017 - Bee Zed, una vita contromano - Bee Zed è un asteroide che percorre la propria orbita con moto retrogrado, con un periodo di 12 anni in perfetta sincronia con l'orbita di Giove. Fors...
03/07/2017 - DART, si passa alla fase di preliminary design - Passo in avanti per la missione DART di planetary defence: il progetto passa alla fase di preliminary design in vista dell'incontro-scontro con Didymo...
07/06/2017 - Soluzione WOW per il segnale WOW - Due comete passarono nella zona di Chi Sagittarii la sera del WOW signal: una emissione nella riga dell'idrogeno che è giustificata proprio da questi...
27/04/2017 - Newton e Einstein per nuovi calcoli orbitali - Uno studio mette insieme per la prima volta gli effetti relativistici e newtoniani derivanti dalle masse di Sole e Giove per verificare gli effetti su...
08/05/2017 - L'origine dell'ossigeno molecolare della 67P - Un ingegnere chimico specializzato in chip per computer e smartphone trova la soluzione all'origine dell'ossigeno molecolare sulla cometa 67P: questio...
22/05/2017 - La stella di Tabby alla prova del nove - La curva di luce della stella di Tabby sembra indicare l'inizio di un altro periodo di bassa luminosità. Tutti pronti alle osservazioni sperando di co...
30/05/2017 - Emissione MASER da tre stelle non distanti - A distanza di quasi venti anni dalla messa in opera, il progetto italiano Itasel svela l'emissione proveniente da energetici fenomeni comprensivi di a...
27/04/2017 - La propagazione della vita in TRAPPIST-1 - Uno studio della UChicago mostra come gli impatti presenti in sistemi planetari piccoli come TRAPPIST-1 possano trasportare vita microbiologica da un ...
27/04/2017 - Una Terra, ma decisamente troppo fredda - Un pianeta grande quanto la Terra e posto a una Unità Astronomica dalla propria stella, scoperto tramite microlente gravitazionale. La stella, però, è...
04/05/2017 - Si torna alle origini: un nuovo hot Jupiter - Alla ricerca di pianeti sempre più piccoli, la scoperta di un hot Jupiter rischia di passare inosservata. Un pianeta di 8 masse gioviane intorno a una...
08/05/2017 - Due nuovi Saturno per la microlente gravitazionale - I progetti OGLE e MOA basati su segnali di microlente gravitazionale scovano due pianeti paragonabili a Saturno in dimensione intorno a stelle nane ro...
09/05/2017 - Quella non è una nana bruna, ma un pianeta - Un oggetto che finora è stato ritenuto una nana bruna si scopre con maggior probabilità come gigante gassoso solitario: ottima opportunità per studiar...
10/05/2017 - La musica che suona TRAPPIST-1 ha vita lunga - Le simulazioni che inizialmente davano per morti i pianeti di TRAPPIST-1, destinati a collisioni nel giro di un milione di anni, vengono riviste in ma...
12/05/2017 - Un Nettuno caldo con atmosfera primordiale - Un team di NASA e Exeter rivela l'atmosfera di un esopianeta a 430 anni luce di distanza: Hat-P-26b è un Nettuniano caldo la cui atmosfera è primordia...
16/05/2017 - Il flusso dei venti magnetizzati di HAT-P-7b - Attraverso il movimento del punto più caldo dell'atmosfera del gigante gassoso HAT-P-7b, gli scienziati riescono a fissare dei paletti nella forza del...
16/05/2017 - Modelli atmosferici fanno "vivere" Proxima-b - Le simulazioni di modelli atmosferici per il pianeta Proxima-b, elaborati ipotizzando orbita bloccata o risonanza 3:2, indicano la possibilità di un m...
16/05/2017 - KELT-11b: un mondo di polistirolo - La survey KELT scova un pianeta la cui massa è un quinto di quella gioviana ma più grande del 40% rispetto a Giove. Un pianeta "gonfiato" che può dire...
16/05/2017 - Due superTerre nei dettagli - I due pianeti orbitano la stella K2-106: uno di essi appare molto ricco di metalli e con un nucleo pari ad almeno il 50% della massa. ...
22/05/2017 - Gliese 625b: superTerra a 21 anni luce - Lo spettrografo Harps-N montato al TGN porta a casa 151 spettri in tre anni per la stella nana rossa GJ 325, tanto basta a derivare un pianeta di 3 ma...
23/05/2017 - Si schiarisce il cielo di Trappist-1h - Il settimo pianeta di Trappist-1, quello più misterioso, inizia a gettare la maschera grazie ai calcoli di risonanza orbitale. La dimensione è simile ...
30/05/2017 - Una nuova super-Terra a 21 anni luce da noi - Tramite 151 osservazioni dello spettrografo HARPS installato alle isole Canarie, astronomi europei svelano la presenza di una superTerra di 2.8 masse ...
30/05/2017 - Venere di plastica contro i vulcani - Perché Venere, rispetto alla Terra, conta su un numero di vulcani decisamente inferiore? La risposta della St. Andrews sembra convincente: la crosta ...
31/05/2017 - Un transito di anelli anche per gli astrofili - Nella costellazione di Orione la stella PDS 110 sembra periodicamente eclissata da un esopianeta di 50 masse gioviane e con un sistema di anelli da fa...
01/06/2017 - Altro sistema binario di nane brune - Un sistema binario di nane brune, scoperto da WISE nel 2013, viene esaminato da Hubble alla ricerca di possibili pianeti in orbita. Per ora non c'è nu...
06/06/2017 - Esopianeti bollenti, gemelli diversi e inesistenti - Intorno alla stella KELT-9b, la più calda con un esopianeta scoperto, esiste un pianeta più caldo di tantissime altre stelle. Altri esopianeti mostran...
07/06/2017 - I miniflare delle nane rosse nei dati di GALEX - Terabytes di dati ottenuti da GALEX per lo studio dell'evoluzione galattica si rivelano fondamentali per comprendere l'attività delle nane rosse e le ...
09/06/2017 - TRAPPIST-1, tra formazione e composizione - Due studi paralleli mostrano la composizione dei pianeti del sistema di TRAPPIST-1 e il possibile processo di formazione dei sette pianeti che lo comp...
12/06/2017 - Sono tre i pianeti di HD 27894, forse - Il pianeta scoperto tramite HARPS nel 2005 intorno a HD 27894 non sarebbe isolato: a far compagnia altri due giganti gassosi e una strana risonanza or...
19/06/2017 - Campi magnetici e super-Terre: possibilità di vita - Un esperimento in laboratorio mira a ricostruire le condizioni al centro delle super-Terre per verificare la possibilità di sviluppo di un campo magne...
19/06/2017 - I mondi intermedi che non sono mai nati - Nella nostra Galassia i pianeti, a parte i giganti gassosi, possono essere suddivisi in super-Terre fino a 1.5 masse terrestri e in mini-Nettuno tra 2...
20/06/2017 - Altra carrellata di candidati esopianeti - Come ormai d'abitudine, l'elaborazione dei dati di Kepler - quella finale sui primi quattro anni di lavoro nel Cigno - ha portato a 219 nuovi candidat...
21/06/2017 - Missioni spaziali: si scelgono i target - Fanno un passo avanti PLATO e LISA: NASA e ESA scelgono le prossime tappe tra esopianeti, onde gravitazionali e il Sistema Solare esterno...
23/06/2017 - Un sistema particolare per TYC-4282-605-1 - Gli occhi di Harps-N e dello spettrografo Giano immortalano una stella simile al Sole ma in fase di gigante rossa orbitata da vicino da un pianeta di ...
28/06/2017 - Nono hot Jupiter per K2 - Il satellite Kepler nella missione estesa K2 fornisce i dati per la scoperta di un altro gioviano caldo "gonfiato" intorno alla stella EPIC 228735255...
03/07/2017 - Esopianeti sotto pressione - Che le stelle rosse siano un po' troppo attive per la vita è cosa ormai nota. Uno studio della NASA mostra come questa difficoltà sia ancora più marca...
06/07/2017 - Prima perla di SPHERE e due classi di giganti - Mentre SPHERE immortala il suo primo esopianeta in via diretta, facendo emergere un problema di comprensione nella formazione stellare, si classifican...
07/07/2017 - Sessanta candidati a hot Jupiter - Quattro anni di Kepler rielaborati con un algoritmo del tutto nuovo fanno emergere 50 nuovi candidati al ruolo di hot Jupiter, arrostiti come brace...
12/07/2017 - L'inganno della stella invisibile sugli esopianeti - Una analisi dei dati di Kepler mostra come alcune stime effettuate sulla densità di esopianeti scoperti sia vittima di un errore legato all'esistenza ...
12/07/2017 - KELT-20b: hot jupiter molto veloce - ArXiv riporta la scoperta di un nuovo esopianeta di tipo hot Jupiter con periodo orbitale di appena tre giorni e mezzo. Il pianeta si chiama KELT-20b ...
17/07/2017 - Pianeti rocciosi a partire da palle di fango - Simulazioni portate avanti alla Curtin University rivelano come alla base della formazione dei pianeti rocciosi possano esserci enormi palle di fango ...
18/07/2017 - Un hot Jupiter firmato WASP-KELT - Primo esopianeta di tipo hot Jupiter scoperto nella collaborazione tra le survey KELT e WASP: massa di qualche massa gioviana e orbita di appena due g...
19/07/2017 - Taglia terrestre ma pesante come Giove - Scoperto EPIC 228813918b, un esopianeta grande come la Terra ma con la massa paragonabile a quella di Giove. Ruota intorno alla stella in poco più di ...
25/04/2017 - Una pausa per i bombardamenti marziani - Lo stato di conservazione dei bacini di Marte indica chiaramente la mancanza di bacini di età compresa tra 4.5 e 4.1 miliardi di anni. Un periodo in c...
21/06/2017 - Nane brune, nascita a metà tra pianeta e stella - Uno studio mirato alla composizione chimica di 53 stelle compagne di nane brune mostra un processo di formazione di queste ultime che varia in base al...
21/07/2017 - Nuove tracce di formazione stellare galattica - Attraverso lo studio infrarosso di 26 nubi, un team di astronomi riesce a unificare i modelli di formazione stellare: disco e getto vanno di moda anch...
31/05/2017 - Silice marziana e acqua più duratura - La scoperta di aloni più chiari intorno a fratture sulla superficie marziana e soprattutto della presenza di silice, amplia non di poco il tempo di pe...
22/06/2017 - Un corpo planetario nella Fascia di Kuiper - L'inclinazione accentuata delle orbite dei Kuiper Belt Objects, da una certa distanza in poi, lascia ipotizzare la presenza di un corpo di massa plane...
03/07/2017 - Grande Macchia Rossa sotto assedio - In attesa del flyby di Juno sopra la Grande Macchia Rossa, la tempesta di Giove viene osservata in infrarosso anche da Gemini North e dal Subaru...
13/07/2017 - Planet Nine, un nodo a favore - Uno studio spagnolo su 28 oggetti trans Nettuniani mostra coincidenze orbitali difficilmente spiegabili senza un oggetto in grado di perturbarne le tr...

Prossima diretta

Alla scoperta della Terra 2.0

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 05:55, T: 20:38
Distanza 1.01586 UA


Luna
S: 04:47, T: 19:46
Fase: 1% (Cal.)

Satelliti principali

ISS (ZARYA)
Accadde Oggi
  • (1962) - Lanciata la Mariner 1 verso Venere (fallimento)
Gallery utenti

Partner

International Physicist Network

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui