L'ASTRONOMIA PER PASSIONE

  
  
  
Login  -  Registrati  -  Dimenticato i dati?

ALMA ai confini dell'universo con A2744_YD4

Gas e polvere di A2744_YD4
 
Gas e polvere di A2744_YD4
 
In un colpo solo, ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array) osserva la sua galassia più distante e la scopre anche piena zeppa di polvere derivante dalla morte delle primissime generazioni di stelle. La galassia si chiama A2744_YD4, risale a un universo di 600 milioni di anni ed è stata scoperta da un team di astronomi della UCL: si tratta della galassia più distante nella quale siano stati trovati ossigeno e polvere
La distanza è stata confermata dallo strumento X-Shooter a bordo del Very Large Telescope
 
 
La polvere cosmica si compone principalmente di silicio, carbonio e alluminio in grani delle dimensioni pari a un milionesimo di centimetro, creati nel momento in cui le prime stelle sono morte in spettacolari esplosioni di supernova
Per osservare la galassia è stato sfruttato l'ammasso galattico Abell 2744 e l'effetto di lente gravitazionale a esso legato, in grado di amplificare la luce degli oggetti posti in zone più distanti rispetto alla nostra linea di vista. La luce di A2744_YD4 è stata amplificata di 1.8 volte.
Per quanto riguarda l'ossigeno ionizzato, invece, si tratta della più distante osservazione mai realizzata a oggi. 
La quantità di polvere presente è stimata in circa sei milioni di volte la massa del Sole mentre la massa totale della galassia, dal punto di vista stellare, è stimata in due miliardi di masse solari. Il team di scienziati ha misurato anche il tasso di formazione stellare in A2744_YD4 trovando una produzione di 20 masse solari ogni anno, molto alta rispetto alla "misera" stella prodotta annualmente dalla nostra Via Lattea. Analizzando i dati si ritiene che questa galassia sia stata colta non molto tempo dopo la sua formazione, il che può fornire molte indicazioni sui tempi di accensione delle prime stelle dell'universo. Il tempo richiesto per la formazione di polvere è di circa 200 milioni di anni il che significa che la formazione stellare è iniziata 200 milioni di anni prima rispetto all'età della galassia al momento dell'osservazione.
 
La fonte è Phys.org

Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
03/11/2017 - LA NASCITA DELLE STELLE parte II - Nella fase finale della nascita di una stella, si va incontro a fasi turbolente e anche spettacolari che contribuiscono a celare la protostella nella ...
13/11/2017 - LA NASCITA DELLE STELLE parte I - La nascita delle stelle e' stato un argomento che solo negli ultimi anni ha avuto una evoluzione notevole grazie allo studio delle regioni di formazio...
06/10/2017 - Una nube di neutroni che si riaccende - Una survey congiunta a diverse lunghezze d'onda riesce a mostrare come una nube di elettroni all'interno dell'ammasso Abell 1033 si sia riaccesa in se...
13/11/2017 - Il moto del gas dell'ammasso del Perseo - Hitomi, sebbene sia stato operativo per poco tempo, è riuscito a misurare la velocità del moto del gas caldo presente nell'ammasso galattico del Perse...
07/11/2017 - Il vaso di Pandora mostra 76 nuove UDG - Un nuovo censimento di galassie ultradiffuse UDG all'interno dell'ammasso Abell 2744 svela altri 76 oggetti. Nell'Ammasso si contano ora ben 2100 UDG...
16/11/2017 - Gaia1, un ammasso aperto di natura galattica - L'analisi spettrografica dell'ammasso aperto Gaia1, di recente scoperta, indica una natura galattica contrariamente a quanto ipotizzato finora. A parl...
30/10/2017 - Ricette di Cosmologia - I Buchi Neri - buchi neri la vittoria della gravita della materia...

Prossima diretta

Da Zero a Oort p.4

Per i più piccoli

Astropillola

Cielo di oggi(Dettagli)

Sole
S: 07:05, T: 16:47
Distanza 0.98819 UA


Attività solare real time

Luna
S: 06:41, T: 17:12
Fase: 1% (Cresc.)

Satelliti principali

Accadde Oggi
  • (1989) - lanciato COBE
Gallery utenti

Partner

International Physicist Network

Media Sponsor

SIAMO IN DIRETTA

Da questo momento puoi accedere alla nostra diretta. Controlla il riquadro sulla destra per aggiungerti alla AstroChat.

ALERT ISS!

La Stazione Spaziale Internazionale sta passando nel cielo in questo momento. Per maggiori informazioni cliccare qui